Software per newsletter: quale scegliere e perchè

software per newsletter

La popolarità dell’email marketing nel mercato di oggi è in costante aumento, e trovare il software per newsletter che faccia al caso nostro nella moltitudine di fornitori presenti sul web diventa sempre più difficile.

Per farti risparmiare tempo, siamo qui per fornirti alcune indicazioni sulle caratteristiche comuni dei software per newsletter e sui benefici che la tua azienda può ottenere da ognuno di essi.

Parleremo dei criteri principali per la scelta di un fornitore di servizi di DEM (Direct Email Marketing) e ti spiegheremo perché sarebbero utili alla tua azienda.

Inizia col definire i tuoi obiettivi

Ogni azienda ha obiettivi e processi di business unici, e questo è valido anche nell’Email Marketing. Alcuni marchi possono essere soddisfatti con un paio di semplici email al mese e una mailing list di 5.000 utenti, mentre altri richiedono automazione, email trigger, segmentazione, analisi approfondita e un piano tariffario conveniente per una mailing list di un milione di persone.

Nelle grandi aziende, le campagne email sono comunemente lanciate da team di designer, marketing, responsabili delle vendite e copywriter. Nelle piccole aziende, invece, la responsabilità di questi processi può essere limitata a una sola persona.

Indipendentemente dalle dimensioni dell’azienda, prima di scegliere il giusto software per newsletter, è necessario conoscere le caratteristiche principali offerte dai vari fornitori.

Criteri importanti per la scelta del provider

Criteri importanti per la scelta di un provider di servizi Email Marketing Abbiamo fatto un elenco di funzioni utili per le grandi e piccole imprese. La maggior parte di esse sono di solito disponibili gratuitamente, in modo da poterle provare e vedere come funzionano per la tua azienda.

Quando scegli un provider per la gestione delle newsletter, cerca queste caratteristiche:

  • Moduli di iscrizione;
  • Un creatore di newsletter facile da usare;
  • Modalità di anteprima;
  • Modelli di email gratuiti;
  • Possibilità di segmentazione;
  • Personalizzazione;
  • Email trigger;
  • Programmazione;
  • Analisi e report;
  • Integrazioni esterne;
  • SPF e DKIM;
  • Applicazione mobile;
  • Account multiutente;
  • Assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7;
  • Personalizzazione della lingua;
  • Marketing multicanale disponibile;
  • Prezzo competitivo e piani gratuiti.

Tutte queste funzioni e molto altre ancora, sono garantite da Sendinblue, la piattaforma newsletter che utilizziamo per noi e per i nostri clienti, provala gratis.

Piattaforma newsletter Sendinblue

Ora vediamo perché potresti aver bisogno di ciascuna di queste funzioni e a quali dettagli dovresti prestare attenzione.

Moduli di sottoscrizione

Prima di iniziare a inviare email, è necessario raccogliere gli indirizzi. Uno dei modi per far sì che le persone si iscrivano alla tua mailing list è quello di inserire un modulo di iscrizione sul tuo sito web. La maggior parte dei provider di DEM hanno questa funzionalità.

Tuttavia, mentre scegli un fornitore di servizi di posta elettronica, assicurati di poter definire un modulo di iscrizione personalizzato. Devi avere la possibilità di aggiungere spazio sufficiente per testo, immagini e pulsanti. Deve essere abbastanza intuitivo nel momento in cui lo si modifica: scegliendo la dimensione, i colori, il carattere, la forma, la trasparenza e la posizione sulla pagina – orizzontale o verticale.

Inoltre, scopri se il software in questione offre agli utenti diversi tipi di moduli di iscrizione, ad esempio:

  • Moduli incorporati, che possono essere inseriti in un’intestazione, nel piè di pagina o una barra laterale di un sito web;
  • Finestre pop-up, che appaiono in cima al contenuto della pagina dopo un tempo predefinito sul sito web;
  • Moduli fluttuanti, che di solito sono attaccati a qualsiasi parte della pagina e rimangono visibili quando i visitatori scorrono la pagina.

Alcuni servizi offrono moduli già pronti, quindi basta modificare il testo e l’immagine. Ricorda, prova a salvare il modulo e aggiungerlo al tuo sito web per vedere se funziona correttamente prima di fare la scelta del software di newsletter per la tua azienda.

Un creatore di newsletter facile da usare

Questa opzione è particolarmente utile per coloro che non conoscono le regole di utilizzo delle tabelle e dei tag HTML per il layout della posta elettronica. Quindi, se un provider di DEM offre questa caratteristica, è sicuramente un vantaggio.

Per creare un’email nella maggioranza dei software per newsletter, è necessario trascinare e rilasciare i vari blocchi con un sistema drag and drop, per poi poterli modificare.

Questi elementi possono includere blocchi di testo, titoli, immagini, video, icone dei social media o anche pulsanti di chiamata all’azione con link esterni.

Assicurati che il pannello di creazione delle email sia facile da usare e offra ampie opzioni di design. Ricorda anche di controllare che le email create nel software online siano responsive, perché molto probabilmente avrai bisogno di creare email che ottimizzino automaticamente le loro dimensioni per adattarsi a qualsiasi dispositivo – mobile, tablet e desktop.

Per controllare l’adattabilità della email sui vari device, i vari software per le newsletter offrono una modalità di anteprima.

Modalità anteprima

Lo scopo di questa funzionalità è quello di controllare l’aspetto di un’email su un grande desktop e sui piccoli device, come tablet e smartphone.

La maggior parte delle email viene visualizzata da dispositivi mobili e questo è uno dei motivi per cui si dovrebbe fare in modo che le email si adattino alle diverse dimensioni dello schermo.

La modalità di anteprima ti offre questa opportunità: se la tua email è bella sia sul smartphone che sul desktop nella modalità di anteprima, è pronta per essere inviata.

Template gratuiti

Questa funzione ti permetterà di risparmiare moltissimo tempo, potendo inviare rapidamente un’email sulla base di un modello già pronto.

Per creare un’email partendo da un template pre impostato, non dovrai fare altro che modificare le immagini, aggiungere blocchi di testo utili al tuo messaggio, i pulsanti di chiamata all’azione (CTA) e tutti gli altri elementi necessari per la tua newsletter.

Ovviamente non potrai utilizzare il template senza apportare alcuna modifica, ma credimi quando ti dico che avere una base di partenza in grado di aiutarti a capire come impostare la creatività, ti farà risparmiare un sacco di tempo.

Verifica se il software per newsletter dispone di template gratuiti raggruppati in categorie, come ad esempio diversi modelli di festività o modelli aziendali. ti sarà più facile trovare quello che risponde alle tue attuali esigenze.

Possibilità di segmentazione

Grazie alla segmentazione e alla creazione di liste differenti, potrai inviare contenuti personalizzati e più invitanti ai tuoi iscritti.

La segmentazione consente di inviare contenuti rilevanti a diversi gruppi di persone e di raggiungere tassi di click e di apertura più elevati.

Verifica se il provider di posta elettronica ti permette di applicare il criterio di segmentazione basato sulle precedenti interazioni degli abbonati con il tuo sito web o le vostre e-mail.

A che scopo? Per tracciare gli utenti inattivi e inviare loro una campagna di re-engagement o sperimentare nuove mail per coloro che non cliccano i pulsanti CTA.

Più variabili di segmentazione offre software di DEM, più rilevanti saranno le email che potrai inviare.

Personalizzazione

La personalizzazione riguarda l’utilizzo di informazioni personali come nome, sesso, età, città e così via nelle e-mail. Secondo le statistiche, il 52% dei clienti passerebbe a un altro brand se ricevesse email non personalizzate. Pertanto, questo criterio dovrebbe essere preso in considerazione.

Il modo più comune per applicare la personalizzazione è quello di inserire il nome dell’abbonato nell’oggetto o nel corpo dell’email.

Ad esempio, è necessario rivolgersi agli addetti al marketing per promuovere una nuova funzionalità del prodotto, o notificare agli utenti i punti guadagnati nel programma fedeltà, ricorda di farlo rivolgendoti al tuo destinatario in modo personalizzato.

Controlla che il software di DEM consenta di creare variabili di personalizzazione avanzate.

Email trigger

L’automazione è il processo di invio di email automatiche innescate dalle azioni degli utenti come: acquisti, carrelli abbandonati, registrazioni e altro.

Le email automatizzate aiutano a migliorare l’esperienza dei clienti, supportandoli in ogni fase del loro ciclo di vita, e possono portare ad un click-through rate (tasso di apertura ) 4 volte più alto.

È possibile impostare degli email trigger utilizzando i flussi di automazione che includono eventi e auto invio. Quando un evento viene attivato, l’iscritto riceve un’email.

  • Iscrizione alla newsletter > Email di benvenuto
  • Visualizzazione di un articolo sul sito web > Email con i prodotti visualizzati
  • Aggiunto un articolo nel carrello ma non acquistato > Email con il reminder di procedere all’ordine
  • Completato un acquisto > Email con la conferma di pagamento e lo stato dell’ordine
  • Non apertura delle email per qualche mese > Email di re-engagement, magari con qualche promo speciale
  • Compleanno > Email di auguri e buono sconto
  • Natale e altre feste > Email con coupon per regali e sconti speciali
  • Nuovo webinar a cui è iscritto > Email con un avviso un’ora prima del webinar
  • Black friday / Cyber monday > Email con una serie di sconti

Alcuni dei migliori fornitori, come Sendinblue, consentono di utilizzare scenari di eventi pronti per l’uso come “iscrizione” o “Acquisto”, il che rende più facile impostare diversi trigger.

Piattaforma newsletter Sendinblue

Scopri l’importanza dei trigger nell’email marketing per eCommerce.

Programmazione

A differenza delle email trigger, la pianificazione non è collegata alle azioni degli iscritti. Si basa sulla data e l’ora impostate manualmente.

La funzione è molto utile per campagne multiple da inviare in orari e date diverse o per email pianificate per i fine settimana.

Questa funzione, ti permetterà di programmare una determinata campagna in una data specifica, potendo quindi pianificare l’invio di newsletter delle prossime settimane.

Analisi e report

Analizzare i report ti aiuterà a capire il successo delle email e cosa dovete fare per massimizzare i risultati.

Un software per la gestione delle DEM professionale, dovrebbe fornire metriche dettagliate su ogni campagna di email marketing.

Di seguito sono riportate le metriche di base che dovrebbero essere fornite da un provider di posta elettronica:

  • Tasso di consegna – per valutare la reputazione del mittente e della mailing list;
  • Errori di consegna – per risolvere i problemi e di conseguenza ridurre il numero di errori;
  • Tasso di apertura – per valutare la qualità dell’oggetto, delle prime righe della mail e del tempo di invio;
  • Tasso di click – per valutare la pertinenza del messaggio, la chiarezza dell’offerta e per migliorarla in caso di diminuzione;
  • Tasso di disiscrizione – per valutare la rilevanza del contenuto e la frequenza delle e-mail.

Per informazioni più dettagliate, il servizio può fornire i seguenti report:

  • Mappe dei clic che mostrano il numero e la posizione dei clic nelle vostre email;
  • Posizione geografica degli utenti che hanno aperto le email;
  • Statistiche dei dispositivi che mostrano quali device sono stati utilizzati per aprire le email.

Inoltre, avrai anche bisogno di uno strumento che ti permetterà di tracciare il traffico del tuo sito web e le conversioni delle campagne email. Pertanto, un provider di servizi di posta elettronica dovrebbe supportare l’integrazione con Google Analytics.

Integrazioni

Più integrazioni fornisce il provider di servizi di posta elettronica, maggiori saranno le opportunità che avrai per il successo delle tue strategie marketing.

Perché le integrazioni sono utili alla tua azienda:

  • per automatizzare il flusso di dati tra il provider di posta e il CMS o СRM che utilizza la tua azienda;
  • Per permettere agli utenti di pagare i loro acquisti direttamente dalle email;
  • Per trasferire i dati dai moduli di iscrizione alla mailing list;
  • Per inviare automaticamente i contatti e altri dati al vostro sito eCommerce.

Nella scelta del software per la gestione delle newsletter, verifica se offre integrazioni con strumenti e applicazioni che già utilizzi e fai attenzione a cos’altro può essere integrato. È importante che il provider fornisca istruzioni dettagliate sulla configurazione di ciascuno di essi.

SPF e DKIM

Tramite la sincronizzazione di questi record DNS, potrai ridurre le possibilità che la tua newsletter finisca nella cartella di spam del tuo abbonato.

Mentre scegli un provider di DEM, assicurarsi che sia disponibile l’autenticazione email tramite DKIM e SPF.

Questi parametri sono scansionati dall’ISP (Internet Service Provider) del destinatario per verificare che un’email provenga da un mittente autorizzato per il dominio.

Se non sono impostati record DKIM e SPF, le probabilità che un’email finisca nella cartella spam aumentano.

Applicazioni mobile

Con un’applicazione mobile, sarai in grado di gestire le campagne email direttamente dal tuo smartphone o tablet.

Innanzitutto, prova l’app e assicurati che tutte queste funzioni siano disponibili:

  • Creazione e visualizzazione delle mailing list;
  • Aggiungere nuovi iscritti;
  • Visualizzare i dati e l’attività degli iscritti;
  • Creare, programmare e inviare email;
  • Controllare i report per ogni campagna, e così via.

In questo modo potrai creare le newsletter e gestire le problematiche direttamente dal tuo smartphone.

Account multiutente

Scopo: evitare la fuga di informazioni quando si lavora in team.

Diciamo che stai lanciando una campagna email con un intero reparto di specialisti coinvolti. Ogni membro del team sta lavorando al proprio compito: un designer crea un bel modello di email, un copywriter scrive delle linee accattivanti, un marketer lancia degli A/B test e controlla le statistiche finali.

Per una situazione come questa, un provider di servizi di posta elettronica dovrebbe stabilire diversi ruoli all’interno della piattaforma (amministratore, editore, analista etc.).

In questo modo si potranno definire i limiti e bloccare determinate funzioni di ogni ruolo, per evitare problemi di carattere tecnico e la fuga di informazioni importanti per la tua azienda.

Assistenza clienti

Tutti noi vorremmo che non si presentasse mai alcun problema, ma sappiamo bene che è impossibile. Assicurati quindi di poter risolvere ogni problema o chiarire i tuoi dubbi, facilmente in poco tempo con l’aiuto del team di supporto.

Dovrebbe esserci un supporto disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via email, telefono, chat e social media, in grado di rispondere alle tue domande di carattere tecnico oppure a quesiti relativi alle caratteristiche del servizio in qualsiasi momento.

Tutti i processi del sistema e le domande più frequenti dovrebbero essere spiegati in una sezione speciale chiamata “conoscenze di base” oppure “FAQ“.

Assicurati di poter trovare facilmente tutte le informazioni necessarie e di poter apprendere maggiori dettagli sul software per il DEM anche prima di iniziare una prova.

Personalizzazione della lingua

Ecco un altro aspetto che ti permetterà di risparmiare moltissimo tempo. Prima di scegliere il software che utilizzerai nella tua attività di DEM, assicurati che ci sia almeno una lingua che conosci tra quelle selezionabili.

Questo ti sarà utile non solamente nella creazione delle newsletter e nella gestione della piattaforma, ma anche in caso di problemi tecnici quando dovrai contattare il team di supporto.

Il punto è che non tutti i fornitori di servizi email possono supportare l’italiano, pertanto o le tue conoscenze dell’inglese sono ottime o ti ritroverai con l’avere problemi con il tempo.

Per questa ragione, questo aspetto dovrebbe essere una delle prime cose da controllare.

Marketing multicanale

Se un iscirtto non apre le vostre email, forse dovreste provare a contattarlo tramite notifiche web push, SMS, Instagram o Facebook.

Molti servizi di posta elettronica professionale offrono altri canali di comunicazione oltre all’email, e questo è un ottimo aspetto perché ti permetterà di combinare le tue strategie di marketing.

In questo modo potrai definire le diverse campagne in base al canale preferito dai diversi utenti.

Prezzi e soluzioni free

Un prezzo accettabile è uno dei fattori più significativi, soprattutto nel caso in cui si pianifichino email regolari. Prima di acquistare un piano prova sempre la versione gratuita. Se il piano gratuito soddisfa i requisiti della tua azienda, molto probabilmente quello a pagamento non ti deluderà.

Di norma, ci sono due tipi di piani a pagamento offerti dai provider online per la gestione delle newsletter:

  • Pagamento basato sul numero di iscritti alla newsletter,
  • Pagamento basato sul numero di email da inviare.

Non esiste un piano migliore o uno peggiore, ma quello che meglio si addice alla tua situazione.

Se hai a disposizione un numero elevato di anagrafiche, probabilmente la soluzione più conveniente sarà quella di rivolgerti ad un provider che offre soluzioni basate sul numero di invii mensili, viceversa se il numero delle anagrafiche a tua disposizione è ridotto potrà esser più conveniente pagare in base al numero di iscritti.

Conclusione

La scelta del software per la gestione delle tue newsletter è una decisione importante, poiché, alla fine, sia le vendite che la reputazione dipenderanno da esso.

Noi di Digital Salad, ci occupiamo da anni di Direct Email Marketing, ed abbiamo provato diverse piattaforme per l’invio di newsletter, ma mai nessuno è riuscita a soddisfare le nostre esigenze bene quanto Sendinblue.

Per queste ragioni consigliamo Sendinblue sia ai neofiti, ai professionisti del web marketing ed a chi ha la necessità di gestire le campagne DEM di un sito e-Commerce.

Piattaforma newsletter Sendinblue

Prima di fare la scelta finale, esamina le caratteristiche principali e aggiuntive che il servizio offre: moduli di sottoscrizione, creazione delle email, segmentazione, email triggered, personalizzazione, modelli di email gratuiti, interfaccia facile da navigare, e così via. Ricorda di provare sempre la versione gratuita prima di passare al piano a pagamento.

Questi sono gli aspetti che ti consigliamo di prendere in considerazione nella scelta del provider di DEM! Come sempre, se sei alla ricerca di esperti dell’Email Marketing, CONTATTACI, trovi i nostri contatti in calce!

Contattaci

Telefono

Chiamaci senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Email

Email

Scrivici senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

    Accetta la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.