Cos’è il marketing di prossimità? 4 esempi per capirlo

cos'e-marketing-prossimita

Sono sicuro che hai sentito parlare di marketing di prossimità. Gli ultimi progressi tecnologici hanno reso questo termine sempre più popolare, ma per cosa può essere usato veramente?

In questo articolo ti dico di cosa si tratta, quali sono i suoi vantaggi e alcuni esempi da analizzare se può rientrare nei tuoi obiettivi di marketing!

Cos’è il marketing di prossimità?

Chi non vive sempre con il cellulare acceso? Il nostro smartphone è diventato uno strumento necessario per la vita di tutti i giorni, e possiamo approfittarne grazie al Proximity Marketing.

Il marketing di prossimità è una strategia che ci permette di stabilire un contatto con i consumatori tenendo conto della loro posizione attraverso l’uso della tecnologia mobile. In questo modo, l’utente può essere colpito da azioni in un certo momento e in un certo luogo, migliorando l’efficacia dell’azione. Analizziamo i suoi principali vantaggi:

4 vantaggi del marketing di prossimità

1. Personalizzazione

Uno dei maggiori vantaggi del Proximity Marketing è la possibilità di personalizzare i messaggi in base al target di riferimento, tenendo conto del contesto, cioè del luogo e del tempo.

2. Immediatezza

L’effetto immediato di stabilire un contatto con il consumatore aumenta l’efficacia dei messaggi.

3. Tempismo adeguato

L’utilizzo della geolocalizzazione permette di stabilire la comunicazione con il consumatore nel momento desiderato: una delle maggiori sfide di qualsiasi azione di marketing e che, con il marketing di prossimità, viene risolta.

4. Analisi dei risultati

Il marketing di prossimità permette il monitoraggio dei risultati, come ad esempio:

  • Determinare il numero di persone che hanno avuto accesso a una struttura
  • La strada che hanno preso
  • Le ore più impegnative
  • La durata della visita

Questi dati sono molto utili per fare statistiche che ci permettono di prendere decisioni migliori nel negozio fisico e nelle comunicazioni future.

Come funziona il marketing di prossimità?

Per realizzare questa forma di marketing esperienziale è necessario utilizzare un dispositivo in grado di riconoscere la posizione dell’utente e di inviargli un messaggio. Per fare questo, ci sono diverse tecnologie; una delle più conosciute è il faro.

Radiofari

Il radiofaro è un piccolo dispositivo che utilizza il Bluetooth a corto raggio per identificare i dispositivi mobili. I segnalatori luminosi si trovano in aree strategiche e quando un utente si trova nel raggio d’azione, risponde stabilendo una comunicazione con il dispositivo mobile, ad esempio offrendo sconti per un prodotto o chiedendo all’utente di eseguire un’azione specifica. Questo video spiega come lavorano in diversi settori.

Ultrasuoni

Inizialmente, gli utenti dovevano attivare il Bluetooth per consentire il contatto tramite il radiofaro; tuttavia, alcuni produttori hanno iniziato a utilizzare anche gli ultrasuoni. Con questa tecnologia è possibile emettere un suono impercettibile all’orecchio umano che, una volta captato dallo smartphone, attiva l’invio di un messaggio all’utente.

QR Code

È uno dei modi più usati per interagire con il nostro obiettivo. Con questo sistema i marchi, permettono di localizzare il codice in un luogo visibile e indirizzare i clienti verso una pagina di destinazione scannerizzandola con il dispositivo mobile.

Questo tipo di azione richiede che l’utente prenda l’iniziativa di scansionare il codice e, a volte, alcuni smartphone richiedono il download di una specifica app per leggere il codice QR.

Connessione Wifi

In questo caso, si offre una connessione wifi gratuita in cambio che l’utente fornisca i dati personali in un modulo o scarica un’applicazione. Una volta collegato, l’utente può ricevere messaggi commerciali.

Esempi di marketing di prossimità

Aeroporti intelligenti

AENA è stata la prima azienda ad utilizzare il marketing di prossimità all’aeroporto El Prat Josep Tarradellas di Barcellona e all’aeroporto Barajas Adolfo Suárez di Madrid.

Installando dei radiofari in diversi punti dell’aeroporto, i viaggiatori potevano essere informati del loro volo ricevendo notifiche push sul loro dispositivo mobile. Per farlo, hanno dovuto attivare il Bluetooth e scaricare un’applicazione gratuita sui loro smartphone. In questo modo, i viaggiatori sono stati accompagnati dal momento in cui sono entrati in aeroporto senza dover guardare costantemente gli schermi per consultare le informazioni sui voli. Attraverso la domanda hanno ricevuto dalla compagnia aerea avvertenze personalizzate su possibili cambiamenti del volo, comunicando il gate o l’orario d’imbarco.

Università dell’Oklahoma

Per facilitare l’accesso ai luoghi più frequentati, l’Università dell’Oklahoma ha installato dei radiofari nella biblioteca, nel campus e nella sala espositiva. Attraverso un’applicazione, gli studenti e i professori potevano controllare rapidamente dove si trovavano nella struttura e scoprire dove volevano andare.

Inoltre, a seconda del profilo dell’utente all’interno dell’applicazione, si ricevono notifiche push con informazioni rilevanti su possibili eventi o cambiamenti effettuati presso l’università.

Blinq

La startup svizzera di incontri ha installato dei radiofari in diversi bar e locali notturni per trasformare il sistema di incontri online in una vera e propria esperienza. L’applicazione ha utilizzato il marketing di prossimità per avvertire della presenza di altri utenti che si trovavano nello stesso luogo e condividevano gli stessi interessi.

Una volta che l’utente ha aperto la notifica, aveva la possibilità di salutare l’altra persona o di dire addio. Inoltre, l’applicazione ha fornito all’utente anche un elenco delle 5 sedi che più si adattano ai suoi gusti e alle sue preferenze indicate nel suo profilo. In questo modo, i negozi sono stati in grado di attrarre persone con caratteristiche simili e, allo stesso tempo, di inviare loro comunicazioni personalizzate.

McDonald’s

La società ha svolto un’azione di marketing di prossimità in diversi McCafé a Istanbul. Per far conoscere la sua nuova linea di bevande al gusto di caffè, ha inviato promozioni ai suoi consumatori regalando una delle bibite analcoliche. Il risultato è stato che il 30% degli utenti che hanno ricevuto la promozione quando si trovavano vicino a un McCafé l’hanno utilizzata più di una volta in uno degli stabilimenti.

Conclusioni

In conclusione, e dopo aver osservato le vere storie di successo, vediamo che il marketing di prossimità è diventato una strategia per i marchi che vogliono avvicinarsi ai propri consumatori attraverso una comunicazione personalizzata e unica.

Con l’arrivo dei radiofari, il potenziale per generare il coinvolgimento dei clienti attraverso gli smartphone è aumentato notevolmente. Tuttavia, ottenere l’azione giusta è importante quanto investire tempo nell’analisi dei dati che questo tipo di marketing porta con sé.

Sapere qual è il percorso del cliente nel negozio, quanto tempo rimane, quali prodotti lo interessano o quando decide di lasciare il negozio è fondamentale per migliorare l’esperienza d’acquisto. Altrimenti, una strategia di marketing di prossimità perde molto del suo potenziale.

Contattaci

Telefono

Chiamaci senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Email

Email

Scrivici senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Accetta la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.