Nuovo hosting per eCommerce: come scegliere?

hosting eCommerce

I fattori chiave da considerare quando si sceglie un nuovo hosting per spostare ad un nuovo indirizzo il proprio progetto di eCommerce

Non è facile gestire un’attività di eCommerce: specialmente se si punta al successo. Ci sono numerosissimi fattori che possono influire sul traffico di una pagina in molti modi diversi: ad esempio il contenuto, la qualità dei servizi offerti, oppure anche il nome. Ma c’è anche un’altra cosa, a volte tenuta in scarsa considerazione, che è molto importante a questo fine: l’hosting. Ecco spiegati tutto quello che bisogna sapere per sceglierne uno adeguato.

Cos’è l’hosting

L’hosting non è altro che lo spazio fisico su cui il vostro sito è ospitato. Una pagina web è composta da una serie di file: l’hosting è il server che li contiene, li organizza, e ne permette l’accesso a tutti gli utenti di internet. Se l’hosting è soggetto a problemi, questi si ripercorreranno sul sito, portando a un numero minore di visite e ad una diminuzione di autorità nei motori di ricerca.

Ci sono un numero elevatissimo di servizi di hosting, che variano per prezzo, spazio di archiviazione, servizi, località geografica, e molto altro. Qui potete trovare altre informazioni attendibili su questo argomento. Ma come si fa a scegliere quello giusto? Basta considerare attentamente i seguenti fattori.

Il prezzo dell’hosting

Ci sono principalmente due tipi di provider di hosting: gratis e a pagamento.

I servizi di hosting gratis hanno l’evidente vantaggio di non comportare alcun pagamento mensile, tuttavia non sono per niente consigliati per ospitare le pagine web a scopo commerciale. Infatti sono privi di una serie di funzionalità che potrebbero tornare utile ai siti di eCommerce.

In primo luogo, è vero che non costano nulla, ma questo comporta l’obbligo di inserire dei banner pubblicitari all’interno della pagina. Per di più, i provider gratuiti offrono servizi ridotti, limitando ad esempio ad uno il numero di e-mail di database disponibili.

Lo spazio di archiviazione è molto limitato, e così anche tutte le altre risorse a disposizione. Infine, c’è un’ultima ma importantissima differenza: la maggior parte degli hosting gratuiti permette di registrare soltanto domini di terzo livello. Cosa sono? Ecco spiegato.

I domini di terzo livello sono domini nei quali, oltre al nome della propria pagina, è obbligatorio inserire una “sponsorizzazione” dell’hosting scelto. Ad esempio, un sito hostato gratuitamente da WordPress presenta il suo URL in questo formato: “nomedelsito.wordpress.com”. Potete leggere altre informazioni a riguardo seguendo questo link.

Ciò che bisogna tenere in considerazione è che l’uso di domini di terzo livello può influire negativamente al riconoscimento SEO del vostro brand. Se avete intenzione di rendere competitiva la vostra attività di eCommerce, questa è una cosa da tenere in grande considerazione.

L’opzione consigliata per tutti i tipi di attività online è ovviamente quella a pagamento. Facendo però comunque attenzione a offerte troppo vantaggiose per essere vere.

I prezzi dei provider possono variare a seconda della quantità di risorse che viene riservata alla vostra pagina: velocità di banda, spazio di archiviazione, e molto altro ancora. Ci sono moltissime offerte diverse per ogni esigenza, ma occorre diffidare da quelle a prezzi praticamente nulli che promettono cose come “risorse illimitate”. Spesso chi propone questo presunto affare risparmia invece su altri fattori, offrendo un’offerta generalmente scadente.

La performance

La performance di un hosting può dipendere da molte cose. Un buon provider garantisce una velocità rapida di collegamento e un servizio continuo per almeno il 99% del tempo. Bisogna considerare attentamente elementi come il numero di server dedicati e la loro posizione geografica, che possono influire più di quanto si pensi.

La lentezza di caricamento e di collegamento di una pagina non solo peggiorano l’esperienza degli utenti, ma sono anche fattori concreti che possono abbassare il posizionamento del sito nei motori di ricerca. Oltre a seguire i consigli del nostro sito in ambito ottimizzazione SEO, è fondamentale assicurarsi che il caricamento della pagina sia immediato e soprattutto che essa non sia soggetta a downtime frequenti. I siti che offrono una user experience non adeguata, cioè che ad esempio sono lenti o spesso offline, vengono penalizzati da Google, mentre quelli più responsivi scalano rapidamente le classifiche dei motori di ricerca.

L’uso di Content Delivery Network

Come si è appena detto, la posizione geografica dei server offerti dal provider è molto importante. Più un utente è lontano dal server, più lento risulterà il collegamento con il sito, con le conseguenze che già sappiamo. Se quindi vi aspettate un pubblico prevalentemente italiano, è meglio scegliere un servizio di hosting con sede in Italia. Ma come fare se si desidera attirare un pubblico da tutto il mondo? La soluzione è usare una CDN.

Le CDN (Content Delivery Network) sono reti di server altamente distribuite che permettono a utenti di tutto il mondo di collegarsi rapidamente alla vostra pagina, indipendentemente dalla loro posizione geografica. I vantaggi di usare CDN sono subito evidenti se si vuole intraprendere un’attività di eCommerce. Grazie ad esse, sarete in grado di offrire prestazioni elevate ad utenti di tutto il mondo, assicurandovi una vasta clientela, nonché un punteggio SEO di tutto rispetto. Data l’elevata concorrenza nel settore, trovarsi ai primi posti della classifica di Google è importantissimo, motivo per cui la presenza di CDN è un fattore sempre preferibile.

I servizi aggiuntivi

Oltre ai servizi basilari offerti da tutti i provider, ve ne sono alcuni che, seppur non strettamente necessari, potrebbero servire a distinguervi dagli altri.

Per esempio, nel caso che il vostro sito cresca improvvisamente, potrebbe essere utili opzioni di upgrade o di downgrade del vostro piano, ovvero la possibilità di passare a offerte diverse senza dover riprogettare da capo il sito. Provider come IONOS, ad esempio, offrono la possibilità di aumentare il livello delle prestazioni in pochi secondi: in questo modo, il tuo sito web sarà in grado di gestire un incremento della quantità di dati da elaborare.

Un altro servizio che potrebbe servire è il cosiddetto domain parking: esso consiste nell’occupare un dominio a prezzo praticamente nullo. I potenziali scopi possono essere molteplici: prenotare un dominio che si ha intenzione di utilizzare in futuro, impostare una pagina di manutenzione in attesa che il sito vada online, impossessarsi di URL simili al vostro per assicurarsi che altri non se ne approprino, e molto altro.

Per finire, ogni web hosting fornisce il proprio pannello di controllo: si tratta di un’interfaccia grafica che permette il controllo delle principali funzioni di amministrazione del sito quali l’accesso ai database, alle statistiche, la gestione dei file e delle newsletter. Diversi provider possono fornire l’accesso a funzioni diverse: pertanto è necessario assicurarsi che ciò di cui si ha bisogno sia reso disponibile.

Affidarsi all’esperienza di un’agenzia web marketing è sempre la decisione più saggia e sicura per la costruzione di un sito eCommerce professionale. Se avete bisogno di un nuovo sito web, contattateci senza impegno! Saremo lieti di fornirvi la migliore soluzione adatta alle vostre esigenze.

Hai bisogno di noi? Scrivici!

Contattaci

Telefono

Chiamaci senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Email

Email

Scrivici senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

    [wpgdprc"Accetta la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web."]