Guida completa Pinterest per Aziende (2020)

Guida pinterest per aziende 2020

L’ecosistema dei social media sembra essere dominato da grandi nomi come Facebook, Instagram, YouTube e Twitter, in quanto questi sono i social network con il maggior numero di utenti attivi al mondo.

Tuttavia, quando si effettuano campagne di marketing digitale, molte aziende e agenzie pongono la loro attenzione (e il loro investimento) su un social network più piccolo, ma con un enorme potenziale strategico: Pinterest, che ha già più di 300 milioni di utenti.

Dati utenti Pinterest

Per comprendere meglio l’impatto commerciale che Pinterest ha per le aziende che investono nei social media, diamo un’occhiata ai seguenti 10 dati che riguardano la piattaforma:

  • L’80% dei millennials dice che Pinterest li aiuta a trovare i prodotti che vogliono acquistare, mentre il 71% usa la piattaforma per cercare consigli su cosa comprare.
  • Quasi il 50% dei millennials ha acquistato qualche prodotto con cui ha interagito all’interno della piattaforma di Pinterest.
  • L’87% dei pinners (utenti di Pinterest) ha acquistato articoli che ha visto su questa piattaforma, e il 93% di loro ha intenzione di farlo.
  • Il 90% degli utenti settimanali utilizza Pinterest per prendere decisioni di acquisto, sia online che offline. Infatti, il 72% usa Pinterest per decidere cosa acquistare offline.
  • Il 55% dei pinners utilizza la piattaforma soprattutto per la ricerca di prodotti, un comportamento quattro volte superiore rispetto ad altri social network.
  • Proporzionalmente in base al numero di utenti, Pinterest genera il 33% di traffico di acquisto in più rispetto a Facebook, il 71% in più di Snapchat e il 200% in più di Twitter.
  • Il 77% degli utenti ha scoperto un nuovo marchio o prodotto all’interno della piattaforma.
  • Il 78% degli utenti afferma che i contenuti pubblicati dai marchi sono utili, mentre più del 75% dei pin fissi (pubblicazioni salvate) provengono da marchi, aziende e imprese.
  • Le campagne digitali su Pinterest generano vendite quasi quattro volte superiori a quelle di altre piattaforme.
  • Il 96% dei pinner attivi utilizza Pinterest per ricercare e pianificare eventi come matrimoni o viaggi, ad esempio.

Secondo il rapporto Digital in 2019 – Italia, condotto da Hootsuite e We Are Social, il 60% della popolazione Italiana utilizza i social network, e Pinterest è tra i leader.

Analisi We Are Social e Hootsuite

Mentre il top è dominato dagli ecosistemi di Google (YouTube) e Facebook (Facebook, Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp), Pinterest ha caratteristiche che lo rendono la piattaforma più potente per il marketing digitale in alcuni contesti specifici.

Continua a leggere per scoprire come la tua azienda può beneficiare di questo social network ad un costo molto basso.

Cos’è Pinterest Business e come viene utilizzato?

Pinterest è un social network specializzato in contenuti visivi: foto, immagini, computer grafica e video. La pubblicazione di questi contenuti da parte dei brand persegue diversi obiettivi, tra i quali i principali sono quelli di ispirare gli utenti con idee visive, motivare uno stile di vita ed educare su un argomento attraverso tutorial. Tutto questo con l’obiettivo di catturare l’attenzione degli utenti e trasformarli in acquirenti.

Infatti, il 98% degli utenti di Pinterest testa e applica le idee che trova sulla piattaforma in modo reale. Questo perché la natura di Pinterest è quella di essere stimolante e motivante. Molto diverso è, ad esempio, il caso di Facebook, un social network che deve lavorare sodo per rendere il suo feed meno passivo e molto più attraente per gli utenti.

Per capire come funziona Pinterest, è necessario conoscere alcuni concetti chiave, alcuni dei quali sono già stati menzionati:

  • Pinners: sono gli utenti attivi di questo social network, che pubblicano, condividono o salvano i contenuti.
  • Pin: sono marcatori visivi sotto forma di puntina che gli utenti usano per salvare tutte quelle immagini che gli interessano. In alcuni casi, al posto della puntina, possiamo vedere la miniatura del logo Pinterest, che ha la stessa funzione oppure il pulsante rosso Salva.
  • Bacheche: Le bacheche sono luoghi tipo gallerie dove gli utenti salvano e organizzano (per tema) le immagini che hanno “appuntato“. Queste bacheche possono anche essere create dalle aziende, ma spiegheremo questo punto in seguito in modo da poter ottenere il massimo da questa risorsa nella tua strategia di marketing di Pinterest.

Una cosa molto interessante del funzionamento di Pinterest è che le immagini che gli utenti possono pinnare non devono necessariamente essere all’interno della piattaforma. Cioè, se pubblicate contenuti sul vostro sito web, blog o qualsiasi altro portale, i pinners possono salvare l’immagine associata al tuo articolo sulle loro bacheche di Pinterest.

In questo modo, in futuro potranno accedere al tuo post originale utilizzando l’immagine che hanno pinnato. Così facendo, gli utenti possono facilmente salvare idee, prodotti, notizie, articoli e qualsiasi altro tipo di contenuto che sia d’ispirazione e di valore per loro.

Questi e molti altri vantaggi competitivi esclusivi di Pinterest sono riusciti a posizionare la piattaforma al vertice delle più importanti al mondo.

Se la tua azienda vende prodotti o servizi le cui caratteristiche possono essere sfruttate visivamente, allora dovresti imparare a incorporare subito Pinterest nella tua strategia di marketing digitale.

In tutto l’articolo, vi spiegheremo in dettaglio come farlo al meglio.

Quali sono le caratteristiche principali di Pinterest?

I principali elementi e funzioni di Pinterest sono:

Start-up Feed: il feed è il luogo dove gli utenti esplorano le immagini, i temi e i profili delle persone che stanno seguendo.

Estensione del browser: Questo estensione è disponibile per Chrome, Firefox, Microsoft Edge e Safari (versioni precedenti all’11). Questo strumento viene utilizzato per salvare i pin da qualsiasi pagina web.

Ricerca: la barra di ricerca permette di effettuare ricerche di contenuti inserendo parole chiave sull’argomento di interesse.

Ricerca visiva: gli utenti possono attivare l’opzione di ricerca visiva su qualsiasi immagine trovata. Nel fare ciò, la piattaforma analizza l’immagine e identifica gli elementi al suo interno, fornendo all’utente i risultati di prodotti simili. Per questa funzionalità, Pinterest utilizza algoritmi avanzati di intelligenza artificiale e di visione artificiale. 

Ricerca visiva pinterest

Questo motore di ricerca visivo è la proposta di maggior valore di Pinterest e il suo impatto è stato tale che l’80% degli utenti inizia il processo di acquisto con una ricerca di questo tipo.

Pinterest Lens: La telecamera Pinterest ha due tipi molto particolari di funzioni di ricerca visiva. Uno si chiama Lens your Look. Questo consiste in un utente che scatta una foto di un prodotto che già possiede, poi la piattaforma analizza l’immagine e quindi genera raccomandazioni su stili e idee su come utilizzarla o combinarla con altri elementi, che si tratti di abbigliamento, mobili, ecc.

L’altro si chiama Shop the Look. Il suo funzionamento è sostanzialmente lo stesso, ma invece di concentrarsi sulla ricerca e sulla raccomandazione di stili e idee d’uso, questa funzionalità fornisce risultati su prodotti simili a quello fotografato che sono in vendita.

Shop the look Pinterest

Ad esempio, se l’utente cammina per strada e vede un’altra persona con un paio di scarpe che gli piacciono, allora scatta una foto di quelle scarpe e Pinterest gli mostra dove può comprarle e quali altri modelli simili sono disponibili su Internet.

Entrambe le funzioni lavorano insieme e possono essere utilizzate anche per altri scopi molto pratici. Ad esempio, se l’utente vede un piatto di cibo e vuole sapere qual è la sua ricetta e come viene preparato, basta che ne scatti una foto e la piattaforma gli darà le informazioni desiderate.

Tuttavia, il potere di Pinterest Lens va molto oltre, in quanto è considerato uno dei più potenti strumenti di realtà aumentata (AR) che esistono oggi all’interno di un social network.

La nuova funzionalità di questa tecnologia AR, chiamata Try (Prova), permette, ad esempio, ad un utente di mettere a fuoco la fotocamera su se stesso e di vedere come un certo colore delle labbra o del trucco può apparire su di lei. A seconda della tua scelta, la piattaforma ti consiglierà marche e prodotti di bellezza secondo le vostre preferenze.

Funzione-prova-Pinterest

Pinterest Ads Manager: è la sezione attraverso la quale è possibile controllare tutto ciò che riguarda le campagne pubblicitarie.

Qui potrai informarti sui diversi formati degli annunci Pinterest e consultare le specifiche tecniche di questi formati.

Prima di iniziare a testare qualsiasi funzionalità, la prima cosa da fare è creare un profilo aziendale. Ecco il link alle istruzioni passo-passo di Pinterest per farlo.

Perché dovresti usare Pinterest per la tua attività?

Come abbiamo visto finora, Pinterest Business ha qualità straordinarie sotto l’aspetto commerciale. Infatti, quando si investe 1 dollaro in Pinterest Ads, si ottiene un profitto medio di 2 dollari, mentre il rendimento lordo può arrivare fino a 4,30 dollari.

D’altra parte, ogni giorno, più di 2 milioni di utenti si affollano sulle immagini dei prodotti che intendono acquistare. 

Quindi, la comprovata efficacia della pubblicità e la crescente domanda da parte degli utenti rendono questo social network molto fertile e promettente per quelle imprese che cercano scalabilità, crescita e penetrazione del mercato.

Un altro vantaggio di Pinterest per le aziende è che anche se un utente ti trova e ti visita una volta, non si dimenticherà di te. Il link esisterà ancora perché potranno seguire il tuo account o salvare uno o più dei tuoi pin per consultarli in seguito.

Questo è importante da tenere a mente perché salvare su Pinterest non è la stessa cosa che dare un “mi piace” su Facebook o Instagram. In questo caso, il pinning è una dimostrazione molto più dichiarativa del fatto che un utente è interessato ai tuoi prodotti e vuole interagirci in futuro.

Inoltre, la vita dei contenuti di Pinterest è molto più lunga di quella di un post di qualsiasi altro social network. Ad esempio, la vita media di un post su Facebook è di 90 minuti, mentre la vita media di un pin su Pinterest è di 3,5 mesi. In altre parole, l’impatto di uno pin dura, in media, 1680 volte di più di quello di un post su Facebook. 

Quindi, se i tuoi pin sono ottimizzati correttamente e se continui ad occuparti della strategia di marketing Pinterest nel tempo, l’effetto dei tuoi contenuti pubblicati potrebbe durare per sempre.

Uno dei vantaggi di questo è che i pin continueranno a inviare traffico al tuo sito web in modo permanente e con pochissimo spreco di risorse. Questo perché lo sforzo maggiore si fa soprattutto all’inizio, quando si deve investire tempo e risorse nella creazione di contenuti visivamente accattivanti che favoriscano l’interazione, per poi ottimizzarli.

I vantaggi dell’utilizzo di Pinterest Business sono innumerevoli e dipendono, in larga misura, dalla natura del tuo business.

Cosa devi sapere per definire la tua strategia digitale su Pinterest?

Una volta creato il tuo profilo Pinterest Business, dovresti considerare alcune basi prima di eseguire la tua strategia di marketing digitale su Pinterest. Vediamo alcuni dei più importanti:

Definire i buyer persona: trattandosi di un social network molto visuale, le caratteristiche dei pinners sono piuttosto particolari, il che significa che le loro abitudini e preferenze comportamentali sono molto diverse rispetto agli utenti di altre piattaforme.

Prima di tutto è fondamentale conoscere bene il nostro acquirente personale, solo in questo modo possiamo capire cosa lo spinge a cercare su Pinterest e quindi determinare come possiamo offrirgli soluzioni proattive a ciò che sta cercando.

Inoltre, oltre a focalizzarci sui nostri buyer persona, dobbiamo anche tener conto delle caratteristiche dei segmenti che popolano questo social network. Alcuni dati che ci aiutano a capire meglio il target a cui ci stiamo rivolgendo, sono i seguenti:

  • Il 36% dei pinner sono millennials, il 34% appartiene alla Generazione X e il 18% dei Baby Boomers.
  • Quasi l’80% degli utenti sono donne.
  • L’83% di loro usa Pinterest per pianificare eventi e momenti di vita, il 70% per trovare accessori, orologi e gioielli, e il 52% per conoscere cibi e bevande.
  • Quando si viaggia, gli utenti hanno il doppio delle probabilità di consultare Pinterest rispetto ai siti web di viaggio convenzionali.

Settore commerciale: Analogamente, per la natura stessa di Pinterest, ci sono settori commerciali in cui la presenza su questa rete diventa molto più rilevante. È il caso delle aziende legate ai settori degli eventi, dell’abbigliamento, del trucco, della cucina, della decorazione, dei viaggi o del turismo.

In questo senso, una raccomandazione è quella di raccogliere dati su come la presenza del tuo settore e della tua nicchia di mercato sia stata presente in questo social network.

D’altra parte, come canale, Pinterest è davvero potente per i marchi legati ai prodotti e servizi per il matrimonio. Infatti, l’81% degli utenti fidanzati ha iniziato a pianificare il proprio matrimonio su Pinterest prima ancora di fidanzarsi.

Tempo di efficacia: in termini di social commerce, il comportamento dell’acquirente è diverso su Pinterest rispetto ad altri social network. Anche se è molto più efficace, può anche essere più lento. Un utente può cliccare su un prodotto che vuole acquistare e poi decidere di effettuare l’acquisto mesi dopo. Per questo motivo, i marchi di solito eseguono le loro campagne relative a una stagione qualche mese prima dell’arrivo di quella stagione.

È importante avere le risorse necessarie per curare la presenza online in modo sostenuto nel tempo, perché, in caso contrario, mantenere i profili senza una chiara strategia alle spalle potrebbe dare un’immagine di abbandono. 

Pertanto, è assolutamente necessario analizzare i punti di cui sopra per determinare se si dovrebbe davvero essere su Pinterest o meno. È meglio concentrare i propri sforzi e lavorare sulla propria presenza nelle reti su cui si sa di poter spendere tempo, impegno e risorse, piuttosto che aprire profili in tutte le piattaforme solo perché è la moda o perché “bisogna farlo”.

6 strategie per utilizzare Pinterest in modo efficace nella tua azienda

Ora che abbiamo approfondito molti aspetti chiave di Pinterest, sei pronti a conoscere 6 strategie efficaci che dovresti implementare nel tuo piano di marketing su Pinterest per ottenere risultati eccellenti:

  1. Determina il momento migliore per pubblicare i tuo pin: come abbiamo detto sopra, un grande vantaggio è che i pin possono funzionare potenzialmente per sempre. Tuttavia, se si costruisce una community che di solito è collegata a Pinterest in un certo momento, allora sarà importante tenerne conto quando si sceglie di aggiornare il proprio profilo. Uno strumento chiave per conoscere questo tipo di informazioni è Pinterest Analytics.

    puoi anche consultare studi e relazioni che affrontano questo problema di giorni e orari, anche se devi sapere che, in generale, ogni studio dà risultati diversi. Questo perché i dati variano a seconda della natura di ogni attività, del pubblico e dei mercati.

    Una cosa certa è che non consigliamo di pubblicare durante l’orario di lavoro, poiché in quei momenti il pubblico attivo di Pinterest è molto piccolo (a seconda della nicchia).

  2. Pubblicare su argomenti di tendenza e utilizzare le chiamate all’azione (CTA) nei tuoi pins: utilizzando le CTA nelle tue immagini potrai aumentare i livelli di engagement dell’80%, mentre se pubblicherai su argomenti di tendenza, il tuo indice CTR può aumentare fino al 94%.
    Per conoscere le tendenze su Pinterest, è possibile utilizzare due strumenti molto potenti che Pinterest ha lanciato nel 2019:

    – Uno di questi è Pinterest Trends, che fornisce informazioni sui termini di ricerca più popolari degli ultimi dodici mesi.
    – L’altro è Pinterest 100, un report interattivo sulle 100 principali tendenze di ricerca in 10 categorie tematiche specifiche.

  3. Abilita l’estensione pin sul tuo sito web: assicurati di avere l’estensione pin abilitata sul tuo sito web. In questo modo, gli utenti possono salvare le immagini dal web nel loro account personale di Pinterest, anche se sono offline. Così è possibile riportare traffico alla propria pagina, poiché l’utente probabilmente controllerà di nuovo il pin che ha salvato.

  4. Aggiungi un link nei tuoi pin: generare traffico verso il tuo sito web è uno dei pilastri delle strategie di marketing di Pinterest. Per fare questo, dovrai sempre collegare ciascuno dei pin al tuo sito web o ai tuoi prodotti (nel caso di un E-commerce), e questo si ottiene semplicemente posizionando il link sul rispettivo pin.

  5. Sii costante nelle tue pubblicazioni: Pinterest premia la costanza (e ne punisce la mancanza). Se hai un profilo aziendale e non lo tieni attivo per un certo periodo di tempo, la piattaforma potrebbe penalizzare il posizionamento dei tuoi pin, anche se hai fatto bene tutto il resto.

  6. Tieni a mente Pinterest Ads: anche se il posizionamento organico è molto efficace, investire nella promozione dei tuoi pin può garantire una crescita molto più rapida e solida. Ricorda che, come abbiamo detto prima, la pubblicità su Pinterest è la più economica di tutti i social network.

5 consigli per ottimizzare la tua strategia su Pinterest Business

Non è ancora tutto, vogliamo andare più a fondo con 5 consigli che dovresti tenere a mente se vuoi aumentare il potenziale delle tue strategie di marketing su Pinterest:

  1. Crea le bacheche secondo una strategia precedentemente stabilita. Ciò contribuirà a rendere il tuo profilo coerente sia in termini di contenuti che di grafica, e renderà più facile per gli utenti navigare tra i pin in base alle proprie aree di interesse.
    Ad esempio, se si dispone di un E-commerce di elementi di decorazione della casa, si potrebbe avere una bacheca per ogni stile di decorazione d’interni e mettere le immagini corrispondenti con le relative parole chiave su ogni bacheca.

    Potresti strutturare le tue bacheche come segue:

    Nome della bacheca: Decorazione in stile industriale.
    – All’interno di quella tavola, ci sarebbero i pin degli elementi decorativi che corrispondono a quello stile.
    – Ogni pin avrebbe una descrizione, potrebbe essere qualcosa come: “armadio in stile industriale, perfetto per la casa e il soggiorno con decorazione industriale”.

  2. Abbi cura delle immagini! Sono la tua vetrina. Pertanto, l’estetica è il fattore più determinante che farà decidere all’utente di cliccare o meno sui tuoi pin. È attraverso le immagini che si comunica su Pinterest. Ecco perché è fondamentale assicurarsi di fare ciò che funziona meglio e dedicare il maggior impegno e tempo possibile alla creazione di immagini che non siano meno che perfette.

    A questo proposito, ricordiamo che il formato verticale è il migliore su Pinterest, e per quanto riguarda il requisito di qualità, l’ideale è 600 x 900 px.

  3. Ottimizza i pin per un migliore posizionamento. Sì, puoi fare SEO su Pinterest! I tag e le descrizioni delle schede e dei pin aiutano la piattaforma a comprendere meglio i tuoi contenuti, in modo da consigliarli agli utenti interessati ai tuoi argomenti.

    Pertanto, assicurati di includere nella descrizione le parole chiave del pin che hai creato e per il quale vuoi posizionarlo. ricorda che le descrizioni tra i 100 e i 200 caratteri sono più popolari e generano maggiore engagement.

    Per scoprire quali parole chiave vengo più ricercate su Pinterest, la strategia che consigliamo è la più naturale, ovvero utilizzare il motore di ricerca Pinterest stesso, in quanto di solito suggerisce le ricerche più popolari da parte degli utenti.

  4. Ottenere il massimo da Pinterest Analytics. In questa sezione potrai avere molte informazioni su come i tuoi contenuti funzionano su Pinterest: quali sono i pin che hanno performato meglio, quali sono quelli che ricevono più visualizzazioni e i clic più frequenti, quali sono i dati demografici degli utenti che interagiscono con il tuo marchio, ecc. In questo modo, è possibile ottenere indizi sul tipo di immagini, formati e contenuti che il tuo pubblico solitamente preferisce.

    Ecco perché è importante imparare a utilizzare Pinterest Analytics per ottimizzare la tua strategia di marketing digitale.

  5. Integra la strategia di Pinterest con quella degli altri social network. Chi ti segue su Pinterest probabilmente ti seguirà anche sugli altri social network, quindi l’intera strategia dei social media nel suo complesso deve essere coerente, tenendo conto che ogni social network ha una propria natura di contenuti e formati.

    Essendo nuovi di Pinterest, una buona tecnica è quella di condividere e promuovere il proprio profilo sui social media aziendali come Facebook e Instagram. In questo modo si genera traffico verso il nuovo canale di comunicazione visiva.

Conclusioni 

Giunti alla fine di questo articolo, ti sarà ormai chiaro che Pinterest è una piattaforma che si distingue per essere motivante e ispiratrice, e l’ispirazione è di solito bella, ordinata, attraente ed emozionante. Quindi, anche le tue immagini dovranno esserlo!

A seconda di come si assimila questa massima, riuscirai a catturare l’attenzione dei pinners, facendoli smettere di scorrere il feed e decidere di cliccare sui tuoi contenuti.

Quindi… Sai come questo social network è l’ideale per la tua azienda? Hai deciso di creare un account aziendale? Oppure stai già utilizzando Pinterest e ti è venuta una nuova idea? Speriamo di averti fatto rispondere positivamente ad almeno una di queste domande.

Come sempre, se hai bisogno d’aiuto o se credi d’aver bisogno della nostra esperienza, trovi i nostri contatti in calce!

Contattaci

Telefono

Chiamaci senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Email

Email

Scrivici senza impegno
e saremo felici di aiutarti.

Accetta la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.